borse-false-main
Stile a prova di crisi

5 motivi per non acquistare borse false

In questi ultimi giorni si é riaccesa la polemica sulla contraffazione, grazie anche alla recente direttiva “Spiagge Sicure” che dovrebbe rafforzare i controlli le misure volte a contrastare questo fenomeno. Non é certo una novità del resto. Se ne parla ogni estate da che ne ho memoria. Ogni anno se ne dibatte, si rafforzano i controlli e le multe. Ma poi a ben vedere ogni anno siamo punto e da capo. E le cifre del mercato del falso hanno numeri da capogiro.

Ma ne vale davvero la pena?

5 motivi per non acquistare borse false

1)  Volli, sempre volli, fortissimamente volli…

Il motivo più comune per cui si acquistano borse false anziché anonime alternative – magari anche più economiche- é la voglia di sfoggiare un marchio riconoscibile.

Vogliamo sentirci migliori, vogliamo essere giudicati come migliori. Non é l’oggetto in se quindi, ma ció che quell’oggetto rappresenta. Insomma, si tratta di puro e semplice wannabeismo, un “vorrei ma non posso” da spalla.

Ma se non possiamo permettercelo, perché fingere?

Non é meglio a questo punto essere oneste con noi stesse e con gli altri e puntare sull’originalitá, scegliendo qualcosa di diverso e alla portata del nostro portafoglio?

 

2) Ti conosco mascherina

Chi crediamo di imbrogliare? Pensiamo davvero che quella Chanel di plasticaccia bianca che odora di petrolio peggio di una raffineria possa essere scambiata per vera? A parte rarissimi casi, le borse false stanno all’originale come il giorno alla notte.

Quindi, se pensiamo di passare inosservate o anzi addirittura di suscitare l’invidia di qualche amica/conoscente, pensiamoci due volte.

 

3) Risparmio?

Facciamo i conti della serva.

Il prezzo medio delle borse false é di circa 10-15€. Togliendo i costi di realizzazione, trasporto e il guadagno del venditore, quanto resta? 3 euro di materiali?

Ecco. In pratica poco più di una busta della spesa con qualche decorazione sopra.

Ammettiamo che siamo state fortunate e la nostra borsa, seppur indossata regolarmente, riesce a durare tipo 2 mesi (e sono molto ottimista…) prima di cadere a pezzi. Questo significa più o meno 5-6 borse l’anno, per un totale di c.ca 70€. Cifra con la quale potremmo tranquillamente acquistare una bella borsa di qualità in saldo, che essendo di buona fattura durerebbe anche 2 anni… ho reso l’idea?

Senza contare che ora, l’acquisto di borse false comporta sanzioni da 100 a 7000€… non proprio un affare quindi!

Infine una borsa di buona qualità mantiene il suo valore anche se usata, e se si tratta di design particolari o di edizioni limitate, nel tempo potrebbero addirittura aumentare il loro valore. Mentre una borsa fake non vale e non varrà mai nulla.

 

borse-false-second

4) L’altra faccia della medaglia

Può sembrarci solo una bravata, una piccolezza. Infondo che vuoi che sia? Saranno mica queste le cose gravi…

Ed è qui lo sbaglio più grande.

La realtà é che il mercato delle borse false cela ben altre nefandezze che spesso non consideriamo: criminalità organizzata, sfruttamento della manodopera clandestina talvolta anche minorile, materiali scadenti dannosi per la salute, evasione fiscale.

 

5) Davide e Golia

Magari vediamo l’acquisto di una borsa fake come una specie di rivincita contro gli imperi delle griffe e i loro prezzi da infarto.

Ma a farne le spese sono spesso invece i piccoli artigiani onesti, quelli che lavorano sodo, producono nel rispetto della legge e pagano le tasse.

Loro che non possono investire in comunicazione e non possono contare sui grandi numeri, non possono avere nemmeno i prezzi concorrenziali delle borse fake perché i materiali di buona qualità e la manodopera hanno un costo.

Quindi rischiamo di scoraggiare la legalità, e di vedere le tante piccole realtà locali schiacciate dalla concorrenza sleale.

 

 

Lo so, quello delle borse false é un argomento delicato, ci sono pareri diversi e discordanti.

Voi cosa ne pensate?

Avete mai comprato o comprereste mai una borsa contraffatta?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.